ONLUS Organizzazione non lucrativa di utilità sociale - Sede operativa: via XXV Aprile, 100 Rezzato (BS)

 

Accoglienze umanitarie 

  
Minori russi ospitati dalle famiglie bresciane dal 1993 al 2004.
ANNO 1993 1994 1995 1996 1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005
MINORI 79 391 193 188 200 206 210 199 240 170 169 128 121
INDICE* 100,0 494,9 244,3 238,0 253,2 260,8 265,8 251,9 303,8 215,2 213,9 162,0 153,2

*Indice con base 100=1993

    TOTALE ACCOGLIENZE di  

       minori e accompagnatori

2.494

 

 

         

 

Bambine e bambini russi, orfani o di realtà sociali disagiate, mediante i progetti di accoglienza umanitaria possono godere un soggiorno in famiglia, altamente benefico per la salute fisica e psicologica.

Ogni gruppo di minori è sempre accompagnato durante viaggio e soggiorno da assistenti russi volontari della Fondazione nostra referente in Russia.  

 

   

 

Le famiglie aderenti accolgono nella loro casa nei mesi di luglio/agosto il bambino o la bambina. Il soggiorno con esito positivo può essere ripetuto negli anni successivi con lo stesso minore. Alle famiglie spetta l’assunzione dei costi di viaggio, vitto e alloggio e un’assicurazione che copre responsabilità civile, infortuni, assistenza sanitaria e ospedaliera.

Le famiglie aderenti ai progetti si impegnano ad accettare le modalità e la struttura organizzativa predisposte nello Statuto e nel Regolamento. Le famiglie hanno l’obbligo di partecipare ad alcuni incontri di formazione e potranno sempre rivolgersi al consulente familiare dell’Associazione. 

 

  L’Associazione raccoglie le adesioni e opera al servizio delle famiglie, nel pieno rispetto delle leggi in vigore in Italia e in Russia e delle disposizioni della Questura e del Comitato per la tutela dei minori stranieri (Presidenza Consiglio dei Ministri - Roma), a cui spettano controllo e rilascio di nulla-osta per ogni progetto. In questi anni tutti i progetti presentati sono stati autorizzati ed hanno avuto regolare svolgimento nei tempi previsti, con esiti largamente positivi.

Sul territorio provinciale l’Associazione si avvale di responsabili di zona che operano a servizio del gruppo locale in stretta collaborazione con gli Organi dell’Associazione. Il gruppo locale promuove e organizza, soprattutto durante il periodo di accoglienza, iniziative di socializzazione per i minori e per le famiglie ospitanti.

Dovrà essere garantita sempre e comunque la tutela del bambino o bambina ospite, collaborando con l’assistente russo nella massima trasparenza delle attività di controllo e di gestione dell’accoglienza.   

 

L’Associazione si impegna ad operare affinché il viaggio e il soggiorno del bambino/a ospite avvengano nel rispetto delle sue necessità di tipo fisico, psicologico e ludico.  

 

Referente straniero: è stata fin dall’inizio, la Fondazione Tula’s Children Fund che svolge il lavoro di garante per la selezione dei minori nella regione di Tula, predispone l’organizzazione del viaggio e dei documenti, invia volontari russi come accompagnatori/interpreti per seguire i minori nel loro inserimento familiare in Italia.

 Le accoglienze umanitarie non potranno in alcun modo diventare l’anticamera dell’adozione che è regolata da altre norme legislative e dalle istituzioni preposte.

 

 

 
 

Per informazioni:   Tel. 030/2592677 e  030/6871314  - E-mail: babamondo@tin.it